Kampot non é Zonzo o forse si

Share Button

Kampot é ancora un pezzo dell’impero coloniale francese lasciato in fretta e furia. Le ultime case sono tipicamente degli anni ’50, larghi viali paralleli si incrociano con altre strade a 90°. Lungo il fiume c’è una promenade con tanto di lampioncini e balaustra che ricordano quelle della costa del sud della Francia dove abita zia […]

Share Button

Nel sud della Cambogia ci sono due isole piuttosto grandi che hanno praticamente lo stesso nome, la prima si chiama Koh Rong e la seconda Koh Rong Samloem. In realtà per i cambogiani sono entrambe Koh Rong e dunque le abbiamo confuse per un bel po’, fino al momento in cui abbiamo deciso di prenotare […]

Phnom Penh e i Khmer Rouge

Share Button

L’arrivo a Phnom Penh è relativamente semplice e le indicazioni del nostro prossimo padrone di casa sono precise tanto che guidiamo facilmente il nostro di tuc tuc. Tra l’ambasciata tailandese e una banca c’è un piccolo vicolo poco più largo di una macchina. Sui lati due baracche luride dove fanno da mangiare hanno unto le […]

Share Button

Ancora in giro per le meraviglie di Angkor. Le guide dicono che è molto dura da fare in bicicletta ma non date retta. La strada è tutta piana, noi non siamo particolarmente allenati ma si può fare con una bella bottiglia d’acqua appresso e voglia di sudare un po’ perché qui l’umidità è davvero densa. […]

Share Button

Fare colazione, trovare un posto prima del check-out dal tugurio della notte prima, affittare 4 bici di cui una che non obblighi Mael a fare il trampoliere. La prima è facile ma non straordinaria, la seconda ci fa entrare ed uscire da un po’ di posti. Siamo vicino a Pub Street l’area di Siem Rep […]

Share Button

Siamo da due ore seduti al sole pochi metri dopo la terra di nessuno tra Laos e Cambogia. Il bus VIP, aria condizionata e Wi-Fi che sarebbe dovuto essere lì era in ritardo di mezz’ora un ora e mezza fa. Raffaella ha già incontrato i primi cambogiani, una “banda” di bimbi che gestisce le uniche […]