Sorpassati da Phileas Fogg.

Sorpassati da Phileas Fogg.

http://4azonzo.com/sorpassati-da-phileas-fogg
Share Button

Forse l’ultimo dei grandi viaggiatori, inventati e reali, che ci hanno fatto sognare. Se non l’avete letto lo avete visto in TV, vecchio o nuovo. Mr Fogg parte in fretta e furia assieme al suo maggiordomo Passepartout per vincere una scommessa. Lo fa senza aver prenotato e programmato niente, con una borsa piena di soldi e una fiducia incrollabile nel progresso e nella Gran Bretagna di allora, visto che nei suoi 80 giorni attraverserà praticamente tutti i domini della corona. Lo fa per provare a dei borghesi ricchi e brontoloni che fuori dal loro club, dal loro “posto sicuro” c’è qualcosa di buono. Bhe! E’ ufficiale. Contati i nostri giorni di viaggio, anche se siamo partiti con un po’ di vantaggio non dovendo fare il Londra – Brindisi, Phileas e Paspartout ci hanno superati, a quest’ora dovrebbero già essere sul piroscafo partito da Yokohama per San Francisco e in perfetto orario per vincere la loro scommessa ( ops! Spero di non avervi rovinato il finale ) Quel viaggio è l’antitesi del nostro e di quello di tutti i viaggiatori che stiamo incontrando eppure nel fondo è lo stesso.

il Giro del mondo in 80 giorni
il Giro del mondo in 80 giorni

Phileas e Paspartout non si fermano ad osservare niente, non cercano di capire niente, la presuntuosa logica occidentale dell’800 spiega tutto e tutto viene piegato alla necessità di correre, di fare in fretta. Unico obbiettivo fare il giro del globo. Quest’ultima cosa è una di quelle che noi quattro e Phileas abbiamo in comune ma oggi il valore di un viaggio non è più la velocità o la lontananza ma la lentezza. Siamo arrivati qui su aerei che viaggiano a 900km\h per trovare un posto che Mr.Fogg arrivando oggi dal 1872 forse riconoscerebbe ancora. La gente qui ha Facebook sul telefonino ma impiega 4 ore di bus per fare 120km, parte di casa per recarsi in un posto senza sapere quando ci arriverà e come. Ha molte meno certezze di noi italiani eppure, non abbiamo visto disperazione, panico e difficilmente anche rabbia. Anche noi come Philias vogliamo provare qualcosa a qualcuno. Alla parte pigra e egoista di noi stessi vogliamo provare che fuori “casa” c’è gente pulita e tranquilla, non invasori, e che “casa” è un bel posto dove possiamo vivere meglio con qualcosa in meno e più lentamente. Chissà se riusciremo anche noi 4 a vincere la nostra scommessa. La direzione è quella giusta; viaggiamo anche noi sempre verso Est. Seguiteci

7 comments on “Sorpassati da Phileas Fogg.Add yours →

Comments are closed. You can not add new comments.

  1. ……pigrizia e egoismo sono nemici della conoscenza…….voi state girando il mondo e siete viaggiatori……..abbracci

  2. Già già….. leggendoti rifletto!!…. Fra le mille cose che rifletto, io mi domando come fate ad essere cosi attivi su internet !!!Non avete voglia di “staccare la presa“ come si dice in italiano….insomma hai capito “fare un black haut tecnologico“….

    Sono sicura che vi é venuta voglia

    1. La verità e che il mondo è DAVVERO globale. Qui sono usciti dall’isolamento dopo il 90 ora sono in una tormenta di cambiamenti alimentata dal gigante cinese che se volesse potrebbe invadere questo paese con la sola popolazione di un quartiere di Pechino. Tra questo casino e cambiamento c’è senz’altro la comunicazione. La rete 3G è ovunque e LETTERALMENTE anche in mezzo alla giungla e le scritte Free Wifi sono appese ovunque.

  3. Giada se lui facesse un blackout, come faremo noi a seguire i loro progressi.

    A proposito, perchè hai interrotto la serie dei filmati delle esperienze culinarie di Max e Mael ???

    Sono molto carini ed educativi, potrebbero diventare un programma televisivo…….

    🙂

    Non mi faccio mai i C…. miei vero

    bacione ciao

    1. ..infatti. Come fareste? Comunque i blackout ci sono ma mica metaforici.
      Il super programma di Max e Mael non è interrotto ma il computerino per produrla è nato per scrivere lettere e non fare filmetti e fare upload su youtube richiede ore che tra un blackout e l’altro non ci sono….. ma abbi fede ..produciamo

  4. Solo ai 3 moschettieri non funziona wifi le tue riflessioni le condivido e credo che chi ti legge si sente con voi grazie per le emozioni che ci date